by Associazione Kairòs


Dal punto di vista costruttivo, demolite alcuni parti esterne condotte sotto la direzione del Sangallo, Michelangelosi concentra sulla costruzione dell'Anside meridionale e del tamburro e sul progetto della cupola.

 

Ludovica Albertoni, terziaria francescana vissuta a Roma dal 1474 al 1533, fu beatificata nel 1671, e ad essa, in quello stesso anno, decisero di dedicare un altare la famiglia Altieri nella loro cappella in San Francesco a Ripa.

La beata viveva anche lei la sua vita religiosa sulle esperienze delle visioni mistiche.

La Basilica di San Lorenzo in Lucina venne ristrutturata nei primi anni del XII secolo e trasformata al suo interno nel '600 e presenta tutt'oggi il portico e il campanile medievali.

Nel 1629 moriva Carlo Maderno, l’architetto della "fabbrica di San Pietro", autore dell’ampliamento nonché della facciata della basilica,a succedergli arrivò Gian Lorenzo Bernini a cui venne affidato il progetto dell'ampliamento della Piazza antistante la Chiesa.

Si tratta di uno dei dipinti che il grande pittore lombardo realizzò nei primi anni del suo soggiorno romano.

L’iconografia fonde il riposo della Sacra Famiglia durante la fuga in Egitto con un concerto campestre, suonato da un angelo col violino.

Nel doppio ritratto il personaggio sul fondo con lo "sguardo" rivolto verso lo spettatore è Raffaello, mentre ci sono diverse proposte per l’identificazione dell’uomo raffigurato in primo piano, che si volge con gli occhi al maestro e indica con la mano qualcuno fuori del quadro.

Il ritratto di papa Innocenzo X,è stato realizzato da Velazquez durante il suo soggiorno romano tra il 1649 e il 1650.

Giovanni Battista Pamphilj, papa dal 1644 al 1655 con il nome di Innocenzo X, era un personaggio anche per il suo aspetto ruvido, satirico e molto brutto.

L'opera era destinata alla camera del figlio del mercante, Marsilio, che fu protagonista di un noto ritratto del Lotto.