by Associazione Kairòs


Mercoledì, 23 Settembre 2015 00:00

Angelo Brunetti detto Ciceruacchio

Angelo Brunetti detto Ciceruacchio (Roma, 27 settembre 1800 – Porto Tolle, 10 agosto 1849) fu un oste e un patriota italiano, che combatté per la seconda Repubblica romana, alla cui caduta fuggì con Giuseppe Garibaldi per raggiungere Venezia.

Il soprannome "ciceruacchio", datogli da bambino, è la corruzione dell'originale romanesco "ciruacchiotto" (grassottello).

Nato a Roma da un "maniscalco" nel rione di Campo Marzio, di mestiere "carrettiere" del porto di Ripetta, trasportando vino dai Castelli romani e poi gestendo una taverna nei pressi di Porta del Popolo.

 

Sembra che in età giovanile abbia esercitato la mansione di "garzone" nel Seminario Romano all'Apollinare.

Infatti nelle scale secondarie, in un'umile stanzuccia, sulla porta di ingresso è scritto a matita: "Angelo Brunetti". Di carattere brillante e molto socievole, era beneamato dal popolo romano, anche per il suo comportamento durante l'epidemia di colera del 1837.

Domenica, 16 Agosto 2015 00:00

"Er Monnezza", soprannome di Sergio Marazzi, è un personaggio fittizio, creato dallo sceneggiatore Dardano Sacchetti e dal regista Umberto Lenzi, e interpretato dall'attore Tomás Milián, protagonista dei film "Il trucido e lo sbirro", diretto da Umberto Lenzi nel 1976, "La banda del trucido", diretto da Stelvio Massi nel 1977, e "La banda del gobbo", diretto da Umberto Lenzi nel 1977

"Er Monnezza" nasce ufficialmente il 24 maggio 1976, inizio delle riprese del film Il trucido e lo sbirro, per poi proseguire con altre 2 pellicole: La banda del trucido (1977), La banda del gobbo (1978).

Con Nico Giraldi, detto "Nico er Pirata", è uno dei due personaggi che hanno reso noto in Italia Tomás Milián, anche grazie all'inconfondibile voce prestatagli da Ferruccio Amendola.

Molti fans e molti critici confondono spesso er Monnezza con Giraldi, protagonista della serie diretta da Bruno Corbucci, ma i due, nonostante le somiglianze del look e il fatto che sia lo stesso Milián ad interpretarli, fanno parte di due serie totalmente diverse: più sul versante del poliziottesco er Monnezza, più sulla commedia Nico Giraldi. Ulteriore elemento di confusione per i fans è costituito dal fatto che nel film Uno contro l'altro, praticamente amici (1981), lo stesso Milián interpreta un personaggio del tutto simile nel look a quello interpretato nei film del Monnezza, chiamato anch'esso "er Monnezza".

In realtà in tale film il soprannome era riferito ad un personaggio di nome Quinto Cecioni, che si differenzia quindi dal "Monnezza" originale.

 

Giovedì, 23 Luglio 2015 00:00

Ipazia di Alessandria , la più importante scienziata e filosofa dell’antichità,visse a cavallo tra il IV e V secolo, in un periodo in cui il Cristianesimo , religione ufficiale dell’Impero, andava a sostituirsi alle tradizioni pagane .

La sua vita , le sue opere,i suoi insegnamenti e il suo particolare linciaggio a opera di un gruppo di monaci fanatici fecero di lei un simbolo del passaggio a una nuova "epoca" che apriva le porte al Medioevo.

Nella seconda metà del IV secolo, quando nacque Ipazia, Alessandria d’Egitto , era ancora una fiorente metropoli ellenica , capitale della cultura e dell’arte. Con al dinastia dei Tolomei, si formarono generazioni di scienziati,letterati e filosofi.

Qui si sviluppò a partire dal III d.C. la scuola di Alessandria, "centro" della filosofia neoplatonica con i suoi illustri rappresentanti, come Plotino.

Ipazia fin da fanciulla fu immersa nel mondo dello studio e della dissertazione intellettuale.

Era figlia di Teone di Alessandria, noto matematico e astronomo che dirigeva la biblioteca del Serapeo. Si dedicò in prima fase allo studio delle scienze matematiche , scrivendo libri di astronomia e geometria.. Si interessò di scienze applicate disegnando strumenti scientifici fra cui l’idrometro , che serviva a misurare la densità dei liquidi.

Martedì, 21 Luglio 2015 00:00

Antonello Venditti, all'anagrafe Antonio Venditti (Roma, 8 marzo 1949), è un cantautore italiano. Considerato fra i più popolari e tra i più prolifici della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d'amore e d'impegno sociale.

Con 30 milioni di copie è uno tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti.

Nasce a Roma nel quartiere Trieste (precisamente in via Zara 13).

È figlio unico di una famiglia appartenente alla "medio-alta" borghesia italiana: il padre Vincenzino Italo, molisano di Campolieto, in provincia di Campobasso, è un funzionario dello Stato che diventerà viceprefetto di Roma; la madre romana Wanda Sicardi, è insegnante liceale di latino e greco.

Dal 1975 al 1978 è stato sposato con Simona Izzo dalla quale ha avuto il figlio Francesco Saverio, nato il 27 agosto 1976, attore e doppiatore, che gli ha dato due nipoti, Alice Venditti e Tommaso Venditti, avuti da Alexandra La Capria.